La mostra di Van Gogh a Vicenza, il castello di Thiene e Castelfranco Veneto

3 – 4 marzo 2018

Sabato 3 Marzo 2018 – MILANO/Castelfranco Veneto

Alle ore 7.30 ritrovo dei Signori Partecipanti a Milano in Piazzale Lotto lato Lido, sistemazione in pullman privato G.T. e partenza per Castelfranco. All’arrivo visita guidata della mostra “Le Trame di Giorgione” presso il Museo-casa natale dell’artista veneto. La “Pala di Castelfranco”, capolavoro primo di Giorgione, offre il naturale punto di partenza per una sontuosa mostra che trova negli ambienti del Museo il suo fulcro. Le trame, intese come tessuti, sono quelle indossate dagli uomini e dalle donne in mostra, personalità ritratte dai grandi artisti cinquecenteschi di area veneta. L’intera mostra fa volutamente riferimento al solo territorio della Serenissima che, all’epoca, estendeva il suo dominio tra l’Egeo e la Lombardia orientale. Usciti dal Museo, il percorso raggiunge i “luoghi di Giorgione” nell’antico centro cittadino: il Duomo, la Torre Civica, lo Studiolo di Vicolo dei Vetri, la Casa Costanzo, la Casa Barbarella. Pranzo in ristorante con menù tipico. Nel pomeriggio visita alla Villa Chiminelli, una delle più affascinanti, anche se meno nota, tra le Ville Venete. Delizioso edificio della seconda metà del 500, interamente affrescato all’esterno e al piano nobile da Benedetto Caliari, fratello di Paolo Veronese e dalla sua scuola. La Villa, durante la Seconda Guerra Mondiale, fu occupata dalle forze armate tedesche che la adibirono ad ospedale militare. Nel 1944 l’intera proprietà fu acquistata da Francesco Chiminelli il quale diede inizio agli interventi di recupero. E’ a lui che si deve inoltre la raccolta degli oggetti che oggi costituiscono i Musei dell’Arte Contadina e Conciario. Al termine delle visite, proseguimento per l’Azienda Vinicola Manara per la visita della Cantina e per un’ottima degustazione di prosecco. In seguito sistemazione presso l’Hotel 4 stelle prescelto. Cena e pernottamento.

Domenica 4 Marzo 2018 – CASTELFRANCO/Vicenza/Thiene/ MILANO

Prima colazione in Hotel. In mattinata trasferimento in pullman a Vicenza per la visita guidata della mostra “Van Gogh tra il grano e il cielo” allestita nella Basilica Palladiana. Una grande mostra dedicata al famoso pittore olandese: 129 opere, di cui 43 quadri e 86 disegni. La monografica copre tutto l’arco della produzione di Van Gogh, dal 1880 al 1890 e presenta tra l’altro fondamentali esempi relativi al disegno, ambito imprescindibile per Van Gogh. La mostra analizza e considera infatti i dieci anni che vanno dal 1880 al 1890, dai disegni di esordio assoluto al tempo del Borinage in Belgio (nel 1880) quando svolgeva la funzione di predicatore laico per i minatori della zona, fino ai quadri conclusivi con i campi di grano realizzati a Auvers-sur-Oise (nel luglio del 1890) pochi giorni prima di suicidarsi.

Anch’io mi sento talvolta molto debole, quando lavoro sulle dune o altrove: non mangio certo a sazietà. Le mie scarpe sono tutte rattoppate, usate all’estremo; tutto ciò e altre piccole miserie mi producono molte rughe. Infine, tutto questo sarebbe nulla, Théo, se potessi aggrapparmi all’idea che andrà comunque tutto bene, a condizione di perseverare – Vincent a Théo, estate 1883

A seguire visita con guida della città. Inserita dal 1994 nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco, conserva ancora oggi intatto il fascino di una volta, con le sue chiese e i suoi antichi e bellissimi palazzi, per la maggior parte progettati da Andrea di Pietro della Gondola, meglio conosciuto come Andrea Palladio (tra i maggiori architetti della storia). La visita alla città non può non iniziare dalla centralissima Piazza dei Signori, fulcro della città e luogo di incommensurabile bellezza. Visita al Teatro Olimpico, progettato dal Palladio ma realizzato dal suo allievo, Jacopo Scamozzi, che è uno dei più famosi teatri al mondo per la scenografia marmorea che ripropone un arco trionfale. Tempo a disposizione per il pranzo libero. Nel pomeriggio, visita del Castello di Thiene, uno straordinario esempio di villa pre-palladiana: unico esemplare del suo genere, è considerato un caposaldo nell’evoluzione delle ville venete. Associa le caratteristiche del castello a quelle del palazzo veneziano e in particolare della “casa-fondaco”, al tempo stesso abitazione, magazzino e luogo di commercio. Il Castello di Thiene, attribuibile all’architetto Domenico da Venezia, fu costruito nella metà del XV secolo per volontà dell’illustre famiglia vicentina Porto. Le sale del Castello conservano arredi originali, abiti, accessori e un’estesa collezione di ritratti. Di rilievo è il ciclo di affreschi realizzato da Gian Battista Zelotti e Gian Antonio Fasolo. Alle ore 17.00 partenza in pullman per il rientro a Milano, con arrivo previsto in serata.

Programma dettagliato (pdf)

Prenota Ora!