Il NUOVO Museo Poldi Pezzoli

25 febbraio 2018 ore 15.00

Il Nuovo Poldi Pezzoli

Uno “storico” cambiamento è in corso al Museo Poldi Pezzoli : l’ampliamento dei propri spazi espositivi, con 3 nuove sale, e l’arricchimento delle proprie collezioni.
L’ampliamento è stato realizzato grazie a un appartamento di 200 metri quadri contiguo al museo mentre l’arricchimento delle collezioni è dovuto alle donazioni di generosi mecenati che compongono tre collezioni finora mai presentate al pubblico.
La prima nuova sala ci permette di ammirare un’esposizione di orologi da persona provenienti da un’importante raccolta privata milanese: offre una panoramica dell’evoluzione tecnica e artistica dell’orologio dal XVI al XX secolo e ora è considerata tra le collezioni più importanti del mondo.
La seconda nuova sala, allestita grazie alle donazioni di Rossella Necchi-Rizzi e Orazio Carandente, è invece dedicata ai reperti archeologici, con un nucleo di ceramica apula del IV-III secolo a.C., molto amata dai collezionisti di Otto e Novecento.
Infine, nella Galleria dei Ritratti, c’è la collezione di porcellane europee del XVIII secolo di Guido e Mariuccia Zerilli-Marimò, con pezzi che rappresentano tutte le principali manifatture europee attive nel Settecento.

Il Museo Poldi e Pezzoli

Splendida casa-museo nel cuore di Milano. Espressione del gusto di Gian Giacomo Poldi Pezzoli, grande collezionista, che a partire dal 1850 si dedicò alla sistemazione del suo appartamento in una sequenza di sale ispirate ai diversi stili del passato (Barocco, Medioevo, Primo Rinascimento, Rococò).
Custodisce opere di altissima qualità e di grande fascino tra cui alcuni capolavori: Pollaiolo, Botticelli, Giovanni Bellini, Mantegna, Piero della Francesca, Tiepolo e Guardi.
Accanto ai dipinti vi sono notevoli collezioni di oreficerie, orologi meccanici, orologi solari, vetri, porcellane, armi, arazzi, pizzi, mobili e tappeti tra cui il celebre tappeto persiano di caccia del 1542/43, uno dei più antichi tappeti datati e firmati del mondo. Infine straordinario esempio di installazione d’artista è la Sala d’Armi del Museo, allestita su progetto di Arnaldo Pomodoro dal 2000.

Prezzo Intero

Tipo di pagamento Importo
Contanti il giorno della visita 18 Euro
Bonifico bancario all’atto della prenotazione (10% di sconto) 16,2 Euro
Carta di credito (10% di sconto) 16,2 Euro

Programma dettagliato (pdf)

Prenota

Iscriviti alla Mailing List