Lucca e Pistoia, capitale Italiana della Cultura 2017

14 e 15 ottobre 2017

14 ottobre 2017

Alle ore 7.00 ritrovo dei Signori Partecipanti a Milano in Piazzale Lotto lato Lido, sistemazione in pullman privato G.T. e partenza per la Toscana. Sosta a Lucca e visita con guida.
Il suo centro storico è ben conservato ed annovera numerose chiese medioevali di notevole ricchezza architettonica, accanto a torri, campanili e palazzi rinascimentali di pregevole linearità stilistica. La piazza dell’anfiteatro nata sulle rovine dell’antico anfiteatro romano ad opera dell’architetto Nottolini è unica nel suo genere architettonico. Come altre città della Toscana, conserva molte opere d’arte, come un vero e proprio museo a cielo aperto, un ambiente costruito che si è realizzato ed arricchito nel corso dei secoli, dove le nuove strutture si sono armonizzate con le antiche. Troviamo ottimi esempi di questa valorizzazione cittadina con la piazza dell’anfiteatro, già citata, con la piazza Napoleone dell’epoca del principato di Elisa Baciocchi, e con il parco pubblico realizzato sopra ed intorno alle mura urbane. Recentemente è stata avanzata la proposta di nominarla patrimonio dell’umanità da parte dell’UNESCO.
Pranzo in ristorante con menù tipico e, al termine delle visite, proseguimento per Pistoia.

Nel tardo pomeriggio, visita della la splendida Villa Bellavista, un edificio in stile barocco risalente al XVII secolo, è tra le più belle ville in barocco toscano. L’edificio è oggi di proprietà del Ministero dell’Interno che l’ha destinata all’Opera Nazionale del Corpo dei Vigili del Fuoco.. Al termine delle visite, arrivo a Pistoia e sistemazione presso l’Hotel 4**** prescelto. Cena e pernottamento.

15 ottobre 2017

Dopo la prima colazione in Hotel, incontro con la guida locale e giornata dedicata alla visita di Pistoia “Capitale della Cultura del 2017”. La visita inizia dalla splendida Piazza del Duomo, vero cuore pulsante della città e sede dei monumenti più famosi. Piazza del Duomo accoglie nel suo perimetro il Palazzo Pretorio, il Battistero e la Cattedrale di San Zeno, edificio religioso di rara bellezza
Le ragioni della nomina a “Capitale della Cultura” affondano le radici nel passato.. Pistoia è sempre stata una città della cultura: i secoli si ripercorrono camminando nelle sue strade, attraversando la Sala (longobarda), alzando gli occhi per ammirare il Fregio dello Spedale del Ceppo (il fregio in terracotta invetriata del Cinquecento, recentemente restaurato), entrando nelle chiese del centro, guardando la fiancata in marmo bianco e verde di San Giovanni Fuorcivitas. Lo stesso territorio, con i suoi silenzi, le sue colline ne hanno fatto e ne fanno un luogo ideale per la cultura. Pistoia non è solamente città di Medioevo, sviluppata sul culto della reliquia di San Jacopo da Compostela; ma è anche terra di artisti contemporanei che hanno lasciato traccia visibile delle loro opere. La straordinaria figura di Marino Marini è di Iorio Vivarelli sono un esempio emblematico; poi la bellezza di Palazzo Fabroni, museo delle arti visive contemporanee, e le opere che adornano la città sono testimonianza di come l’arte sia bellezza.
Visita alla cantina e all’azienda Fattoria Casalbosco con degustazione finale: Igt Chardonnay, Chianti docg, Chianti Riserva, Vinsanto docg accompagnati da un light buffet con taralli, sfogliatine, pane e olio. Intorno alle ore 17.00 partenza per il rientro a Milano, con arrivo previsto in serata.

Programma dettagliato (pdf)

Prenota Ora!