Artemisia Gentileschi: un Capolavoro al Diocesano e La Chiesa dei Re Magi con la favolosa Cappella Rinascimentale dei Portinari

15 dicembre ore 15.00

L’Adorazione dei Magi di Artemisia Gentileschi.

È la prima volta che l’opera viene esposta a Milano. Essa fa parte di un ciclo decorativo realizzato per la Cattedrale di Pozzuoli fra il 1636 e il 1637, il periodo napoletano di Artemisia Gentileschi.
Nell’Adorazione dei Magi viene rielaborata la lezione caravaggesca, soggetta all’influenza dei nuovi contatti che l’artista intrattiene con gli artisti napoletani. Alla predilezione per la gamma cromatica essenziale, dalle variazioni dei toni marroni, rossi, blu e gialli, si accosta la minuziosa attenzione alla veridicità delle cose, come si nota, ad esempio, nella cura del dettaglio dell’oggetto in argento portato in omaggio da uno dei Re Magi in ginocchio davanti a Gesù Bambino, e l’attenta e scenografica resa degli effetti di luce-ombra in tutto il dipinto.

Sant’Eustorgio: la Basilica dei Re Magi e la Cappella Portinari

In fondo a corso di Porta Ticinese, a due passi dai Navigli, sorge uno dei luoghi più sacri e antichi di Milano: la Basilica di Sant’Eustorgio, dove sono custodite parte delle reliquie dei Re Magi, oggetto per secoli di pellegrinaggi. All’interno della Basilica si trovano opere straordinarie, sia pittoriche che scultoree, tra gotico e rinascimento.

Visiteremo tra queste la stupenda Cappella Portinari, interamente affrescata da Vincenzo Foppa, una delle opere più belle del Rinascimento lombardo che ospita uno straordinario esempio di scultura trecentesca: l’Arca di San Pietro Martire di Giovanni di Balduccio.

Prezzo Intero

Tipo di pagamento Importo
Contanti il giorno della visita 18 Euro
Bonifico bancario all’atto della prenotazione (10% di sconto) 16,2 Euro
Carta di credito (10% di sconto) 16,2 Euro

Programma dettagliato (pdf)

Prenota

Iscriviti alla Mailing List