Asti per la mostra “Monet e gli Impressionisti in Normandia” con visita a Casale Monferrato

10 novembre ore 7.30

La mostra “Monet e gli Impressionisti in Normandia”

A Palazzo Mazzetti di Asti un eccezionale corpus di 75 opere che racconta il movimento impressionista e i suoi stretti legami con la Normandia.

Sul palcoscenico di questa terra, pittori come Monet, Renoir, Delacroix e Courbet – in mostra insieme a molti altri – colgono l’immediatezza e la vitalità del paesaggio imprimendo sulla tela gli umori del cielo, lo scintillio dell’acqua e le valli verdeggianti della Normandia, culla dell’Impressionismo.

Furono gli acquarellisti inglesi come Turner e Parkes che, attraversata la Manica per abbandonarsi allo studio di paesaggi, trasmisero la loro capacità di tradurre la verità e la vitalità naturale ai pittori francesi: gli inglesi parlano della Normandia, della sua luce, delle sue forme ricche che esaltano i sensi e l’esperienza visiva. Luoghi come Dieppe, l’estuario della Senna, Le Havre, la spiaggia di Trouville, il litorale da Honfleur a Deauville, il porto di Fécamp – rappresentati nelle opere in mostra a Palazzo Mazzetti – diventano fonte di espressioni artistiche di grande potenza, dove i microcosmi generati dal vento, dal mare e dalla bruma possiedono una personalità fisica, intensa ed espressiva, che i pittori francesi giungono ad afferrare dipingendo en plein air dando il via così al movimento impressionista.

Casale Monferrato

Porta del Monferrato e vivace centro culturale, Casale Monferrato vanta monumenti di grande interesse; dal Castello dei Paleologi chiamato anche Castello dei Gonzaga di cui fu dimora fino alla seconda metà del Cinquecento; sono in effetti i Gonzaga a rendere Casale uno dei centri più prestigiosi d’Europa tra tesori architettonici, edifici civili e religiosi, piazze e portici.

Di grande interesse la cattedrale di Sant’Evasio, in stile romanico lombardo, fondata nell’VIII secolo dal re longobardo Liutprando.

Splendida la Gipsoteca di Leonardo Bistolfi: ospita oltre centosettanta opere tra terrecotte, bozzetti, gessi, marmi e bronzi; materiali che permettono di comprendere le diverse fasi del procedimento artistico di Bistolfi, uno dei maggiori interpreti, a livello internazionale, del Simbolismo.

Ricordiamo inoltre la La Sinagoga di Casale Monferrato: tra le più belle ed importanti dell’Italia settentrionale fu edificata nel 1595 subendo, nei secoli, ampliamenti e ristrutturazioni: oggi si presenta nel suo splendore barocco -rococò piemontese; varcando la soglia si rimane incantati dalla ricchezza di ori, stucchi e iscrizioni in ebraico a testimoniare i secoli di vita della comunità di Casale Monferrato.

Prezzo Intero

Tipo di pagamento Importo
Contanti il giorno della visita 68 Euro
Bonifico bancario all’atto della prenotazione (10% di sconto) 61,2 Euro
Carta di credito (10% di sconto) 61,2 Euro

Programma dettagliato (pdf)

Prenota

Iscriviti alla Mailing List