Dal Rinascimento alla Belle Époque: lo splendore dell’arte tra Mantova e Ferrara

9 e 10 marzo 2019

Un itinerario che coniuga il fasto della corte dei Gonzaga reso immortale da Mantegna con il fascino dei ritratti femminili di Boldini, senza tralasciare una piacevolissima navigazione sui laghi mantovani e un insolito percorso nel ghetto ebraico di Ferrara

Sabato 9 Marzo: Milano/Mantova/Ferrara

Alle ore 7.00 ritrovo dei Signori Partecipanti in Piazzale Lotto lato Lido, sistemazione in pullman privato G.T. e partenza per Mantova. All’arrivo, visita guidata al centro storico della città con il Palazzo Ducale, il Palazzo del Podestà eretto nel duecento e, nella bellissima piazza delle Erbe, il Palazzo della Ragione, la Torre dell’Orologio e la Rotonda di san Lorenzo.

Alle ore 12.00 ingresso al Castello di San Giorgio in occasione della riapertura della Camera degli Sposi del Mantegna. Dopo alcuni anni dal terremoto che danneggiò la torre nord-est del Castello di San Giorgio, la Camera Picta di Andrea Mantegna ha riaperto al pubblico. Il capolavoro rinascimentale torna a far parte del patrimonio artistico italiano accessibile ai visitatori dopo i lavori di adeguamento strutturale e antisismico dell’area danneggiata. L’accesso alla Camera degli Sposi è contingentato a un numero massimo di 1.500 ingressi al giorno ed è consentito a gruppi costituiti da 25 persone, la permanenza all’interno della Camera è di 5 minuti.

Capolavoro assoluto del rinascimento padano è la decorazione pittorica della camera degli Sposi, cui il pittore Andrea Mantegna attese, con una certa discontinuità, per circa nove anni (1465-1474). I dipinti della Camera Picta (cioè “camera dipinta”, come era in origine nota) costituiscono un prototipo esemplare di concezione decorativa unitaria di un ambiente, in chiave ottica e prospettica; la miglior fruizione delle pitture si ha dal centro della stanza.

Al termine della visita, pranzo in ristorante con menù tipico. Nel pomeriggio, trasferimento al porto turistico per una crociera di un’ora e mezzo circa a bordo della motonave Andes. Si naviga sul Lago Inferiore in vista dello scenario architettonico più classico della città Gonzaghesca che si specchia nelle acque dei suoi laghi. La navigazione prosegue poi nella Vallazza fra le caratteristiche presenze di flora e di fauna che vivono in questa zona umida protetta dal Parco Naturale del Mincio, dove fioriscono ninfee bianche, gialle, castagne d’acqua. La crociera consente di confrontare tre tipi di ambienti: quello lacuale, quello palustre e quello squisitamente fluviale.
Nel pomeriggio, sbarco e continuazione in pullman privato per Ferrara, ed all’arrivo sistemazione presso l’Hotel 4 stelle prescelto. Cena e pernottamento.

Domenica 10 Marzo: Ferrara/Milano

Prima colazione in Hotel e mattinata dedicata alla visita di Palazzo Diamanti e della mostra “Boldini e la moda”.

La moda di Boldini è in mostra a Ferrara al Palazzo dei Diamanti dal 16 febbraio al 2 giugno 2019. Al centro delle opere del pittore ferrarese la bellezza e il fascino delle donne della Belle Époque. La sua arte focalizzata sul ritratto di società è tanto personale da essere diventato un canone e modello di riferimento. La mostra è dedicata al genio di Giovanni Boldini, pittore ferrarese, noto per il suo tocco artistico “alla moda” e attento ad esaltare la bellezza e il fascino femminile.

Al termine delle visite della mattinata, tempo a disposizione per il pranzo libero nel centro cittadino.

Nel pomeriggio, visita del centro storico con guida e visita alla Ferrara ebraica. La comunità ebraica di Ferrara ha origini antichissime e la città conserva numerose testimonianze della sua storia: dal periodo di massima fioritura sotto la protezione gli Estensi a quello della segregazione nel quartiere del ‘ghetto’ durante il dominio pontificio e l’epoca fascista. Il percorso partirà dal Castello Estense e attraverso Piazza Trento e Trieste arriverà allo storico ghetto ebraico composta dalle vie Mazzini, Vittoria, Vignatagliata e Piazzetta Lampronti. Un’area caratterizzata dai tipici balconcini e dalle numerose targhe a ricordo degli eventi storici. Al numero 95 di via Mazzini si trova il palazzo delle sinagoghe dove si trova il sito della più antica sinagoga d’Italia tuttora ufficiante.

Intorno alle ore 17.00 partenza per il rientro a Milano, con arrivo in serata in Piazzale Lotto lato Lido

Programma dettagliato (pdf)

Prenota Ora!