La Calabria Bizantina: tra Antichi Greci e Romani di Calabria

21 ottobre ore 18.30

La Calabria è una regione dalla storia unica nel panorama italiano, infatti, dal 554 d.C. e per oltre 500 anni rappresenterà un pezzo di Oriente incastonato nell’Italia meridionale. Sotto il dominio bizantino la regione, che più di mille anni prima aveva fatto parte della Magna Grecia, ha una seconda grecizzazione. Durante questo periodo la cultura greca ha lasciato profonde tracce che attraverso i secoli sono arrivate fino a noi. Le testimonianze artistiche si moltiplicarono soprattutto quando, tra il VI e l’XI secolo, la regione si popolò di eremiti e monaci greco-ortodossi che trovavano in Calabria un ambiente naturalmente predisposto, specie in Sila e sull’Aspromonte, per la presenza di dirupi e grotte dove le piccole comunità edificavano chiesette e romitori.

Stilo era il principale centro bizantino della Calabria meridionale nel X secolo con la superba Cattolica, uno straordinario esempio di arte bizantina e uno dei simboli della Calabria.

Il Santuario di Monte Stella, affascinante eremo di monaci bizantini, oggi luogo di culto situato all’interno di una grotta naturale, posta sulle pendici della montagna.

Nella vallata del fiume Stilaro si trova il Monastero Ortodosso di San Giovanni Theristis; è l’unico in Italia costruito dai monaci greci del Monte Athos.

Rossano, posta tra il Parco Nazionale della Sila e il Mar Ionio, fu uno dei siti più strategici per l’impero: Custodisce il capolavoro del Codex Purpureus, del VI secolo, uno degli evangeliari più antichi al mondo, inserito nel Patrimonio Unesco.
Rossano fu un importante centro di irradiazione della spiritualità monastica di tradizione italo- greca, di cui si conservano numerose testimonianze artistiche e architettoniche tra cui la Chiesa di San Marco.

Ricordiamo poi Santa Severina , borgo medievale in provincia di Crotone su una rupe al centro di una vasta vallata tra lo Ionio e la Sila ; vanta il più antico monumento bizantino della Calabria: il Battistero a pianta centrale che trova riferimento nel mausoleo di Santa Costanza a Roma.

E poi la Villa Romana di Casignana: tra i più importanti complessi di epoca imperiale romana dell’Italia Meridionale, con il più vasto nucleo di mosaici finora noto nella Calabria romana nonché il suo nucleo termale con gli impianti di riscaldamento e alcuni pavimenti monumentali.

Locri Epizefiri: una tra le più vaste aree archeologiche d’Italia, con le ciclopiche opere di difesa, il teatro greco-romano, i resti del tempio della dea Persefone, l’antiquarium nazionale, il quartiere greco-romano di Centocamere e molto altro…

Prezzo

  • 10 euro 1 visita virtuale
  • 30 Euro per 4 visite virtuali a scelta: ogni 4 visite 1 te la regala Artemide Arte!!
  • 60 Euro per 8 visite virtuali a scelta: ogni 8 visite 2 te la regala Artemide Arte!!

Pagamento all’atto dell’iscrizione, tramite bonifico, Satispay o con carta di credito.

Programma dettagliato (pdf)

Prenota

Iscriviti alla Mailing List