Le Ville Medicee del Mugello – corona di delizie intorno a Firenze

18 – 20 settembre

Venerdì 18 Settembre: MILANO/Ville Medicee nel Mugello/REGGELLO

Alle ore 7.00 ritrovo dei Signori Partecipanti, sistemazione in pullman privato G.T. e partenza per Pratolino. All’arrivo, incontro con la guida ed inizio del percorso culturale mediceo nella zona del Mugello fiorentino. A Pratolino, cittadina dove si trova la prima grande traccia cinquecentesca lasciata dai Medici al tempo del Granducato entreremo nel parco di Villa Demidoff. Dell’originario impianto rinascimentale, rimangono la colossale statua dell’Appennino di Giambologna, il laghetto prospiciente e la cappella progettata dal Buontalenti. Continuazione verso Scarperia, “Terra Nuova” fiorentina fondata nel XIV secolo, dove visiteremo il Palazzo dei Vicari, di impianto trecentesco, che raccoglie importanti tracce del potere mediceo con gli stemmi esposti sulla facciata. Tempo a disposizione per il pranzo/snack libero. Al termine, ritornati sulla Via Bolognese, si giunge a San Piero a Sieve per la visita del Convento Bosco ai Frati, fondato dagli Ubaldini prima dell’anno Mille e considerato uno dei piu’ antichi della Toscana, riedificato su disegno di Michelozzo Michelozzi per volonta’ di Cosimo de’ Medici. Al termine della visita, sistemazione presso l’Hotel (4 stelle). Cena e pernottamento.

Sabato 19 Settembre: REGGELLO/Prato

Prima colazione in Hotel. Partenza per la visita della Villa Medicea di Castello, un antico complesso che vanta oltre a un’elegante villa medicea anche uno splendido giardino all’italiana secondo soltanto a quello di Boboli a Firenze. La Villa non è aperta al pubblico perchè sede della prestigiosa Accademia delle Crusca dal 1583, una scuola dedicata allo studio lingua italiana. Il giardino invece è di proprietà dello stato e quindi si può visitare. Tempo a disposizione per il pranzo libero. Nel pomeriggio, visita di Prato, citta’ che conserva uno dei patrimoni piu’ significativi dell’arte del Trecento e del Quattrocento italiano. Incontro con la guida ed inizio visita del centro storico, dove sara’ possibile ammirare il Castello dell’Imperatore, conosciuto anche come Fortezza di S.Barbara o Castello Svevo, può essere considerato la più importante testimonianza architettonica dei secoli XI°-XIII°; la Basilica di Santa Maria delle Carceri, situata nell’omonima piazza , considerata un capolavoro architettonico del primo Rinascimento. La passeggiata terminera’ con la visita della Cattedrale di Santo Stefano la cui facciata, che domina la vasta e regolare piazza antistante, è costruita in bande di marmo bianco e serpentino verde, secondo la tipica tradizione tardo-gotica toscana. Tempo a disposizione per passeggiare nel centro della citta’ e per approfondimenti con la Vostra accompagnatrice. In serata, rientro in Hotel per la cena ed il pernottamento.

Domenica 20 Settembre: REGGELLO/Poggio a Caiano/Artimino/MILANO

Prima colazione in Hotel. Partenza per Poggio a Caiano, incontro con la guida ed inizio visita alla meravigliosa Villa Medicea che Giuliano da Sangallo ricavò, verso la fine del XV sec., dalla villa degli Strozzi. Appartenne a Lorenzo il Magnifico e ospitò illustri personaggi regali, tra quali Vittorio Emanuele II. Caratterizzata da una splendida architettura, vanta un portico terrazzato al pianterreno. La scala a duplice rampa porta alla bellissima loggia centrale, ispirata da motivi classici. All’interno si trova un piccolo museo (dove si possono ammirare alcuni affreschi del XVI sec.), mentre tutto attorno c’è il bellissimo parco. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio partenza per Artimino e visita alla Villa Medicea. Fra tutte le ville sparse sul territorio, la più famosa è sicuramente quella medicea di Artimino ed è un vero gioiello di arte, storia e cultura, e’ lo stesso miniscolo borgo che domina un paesaggio di vera suggestione. I resti del castello e la torre merlata con orologio sono la testimonianza di un turbolento passato: comunello indipendente fino al 1228 all’arrivo dei fiorentini, prima ancora citta’ etrusca e poi feudo romano. Su un colle del poggio sorge il borgo, su quello opposto, uniti da un viale alberato lungo il canale, domina imponente la villa medicea nella sua struttura squadrata, quasi una fortezza sormontata da una selva di comignoli dalle forme piu’ svariate. Da qui appunto il soprannome di “villa dei cento camini”. Si narra che Ferdinando I si innamoro’ di queste colline durante una battuta di caccia e in appena quattro anni, dal 1596 al 1600, su progetto del Buontalenti, la villa fu costruita. Al termine, partenza in pullman privato per Milano dove l’arrivo è previsto in serata. Termine dei nostri servizi.

NOTA IMPORTANTE: L’agenzia organizzatrice in collaborazione con i propri fornitori vigila sul rispetto delle regole del Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 per garantire ai partecipanti la massima sicurezza durante il loro viaggio.

Programma dettagliato (pdf)

Prenota Ora!