Raffaello al Museo Diocesano, la Basilica dei Re Magi e la Magnifica Cappella Rinascimentale dei Portinari

17 dicembre ore 11.00

Raffaello e la Predella della Pala Oddi: Annunciazione, Adorazione dei Magi e Presentazione al Tempio

La Predella della Pala Oddi, capolavoro giovanile del grande Raffaello, proveniente dai Musei Vaticani, in origine fu realizzata per l’altare della famiglia Oddi nella chiesa di San Francesco a Perugia.

Le tre parti della predella rivelano chiaramente l’influsso di Perugino ma allo stesso tempo la genialità del giovane pittore già proiettato verso soluzioni pienamente Rinascimentali, con esiti innovativi e moderni.

L’Annunciazione mostra chiaramente il debito di Raffaello nei confronti di Piero della Francesca e Perugino. Straordinario il motivo decorativo del pavimento, ideato secondo uno schema geometrico che enfatizza la fuga prospettica che si apre sul dolce paesaggio dello sfondo.

L’Adorazione dei Magi, è ancorata ai modi del Perugino, ma il giovane Raffaello propone qui un’inedita spazialità unitaria, grazie alla disposizione scalata delle figure prospetticamente nello spazio, resa efficace dall’espediente dei cavalli disposti lungo diagonali incrociate, sottolineando così il punto di fuga.

La trilogia mariana si conclude con la scena della Presentazione di Gesù al tempio; protagonista assoluto della scena è l’interno di un tempio a pianta centrale, sorretto da colonne e pilastri con capitelli ionici, che rivela la passione di Raffaello per l’architettura e la sua approfondita conoscenza degli edifici classici. Mirabile lo scorcio prospettico della scena che rivela l’assimilazione da parte del giovane urbinate delle teorie prospettiche di Piero della Francesca.

La Cappella Rinascimentale dei Portinari presso Sant’Eustorgio, la Basilica dei Re Magi

In fondo a corso di Porta Ticinese, a due passi dai Navigli, sorge uno dei luoghi più sacri e antichi di Milano: la Basilica di Sant’Eustorgio, dove sono custodite parte delle reliquie dei Re Magi, oggetto per secoli di pellegrinaggi. All’interno della Basilica si trovano opere straordinarie, sia pittoriche che scultoree, tra gotico e rinascimento.

Visiteremo la stupenda Cappella Portinari, interamente affrescata da Vincenzo Foppa, una delle opere più belle del Rinascimento lombardo che ospita uno straordinario esempio di scultura trecentesca: l’Arca di San Pietro Martire di Giovanni di Balduccio.

Prezzo Intero

Tipo di pagamento Importo
Contanti il giorno della visita 24 Euro

Programma dettagliato(pdf)

Prenota

Iscriviti alla Mailing List