Viaggio alla scoperta del Friuli: borghi storici, cultura e tradizione

30 maggio – 2 giugno 2020

Sabato 30 Maggio: MILANO/Fagagna/UDINE

Ritrovo dei Partecipanti a Milano, alle ore 7.30, in Piazzale Lotto lato Lido, sistemazione in pullman privato G.T. e partenza per il Friuli. Pranzo snack libero in autogrill. Sosta per la visita di Fagagna, nominato uno dei “Borghi più belli d’Italia”. Il “borgo” è, in realtà, costituito da sette antiche e distinte borgate che lo sviluppo edilizio degli ultimi decenni ha “compattato” in un unico centro abitato. Partendo dal palazzo municipale si può salire al colle del castello attraverso una vecchia strada selciata (vicolo Morcjùte e via Cecconaia). In cima si trovano il palazzo della Comunità, sede amministrativa e giudiziaria della Comunità di Fagagna dagli inizi del XVI secolo al 1797, ed i ruderi del castello la cui parte più antica risale all’XI secolo. Al termine delle visite, si proseguirà per Udine. Sistemazione presso l’Hotel 4 stelle prescelto. Cena e pernottamento.

Domenica 31 Maggio: UDINE/San Daniele, Gemona, Venzone

Dopo la prima colazione in hotel, partenza per la visita con guida di San Daniele del Friuli, conosciuta in tutto il mondo per la produzione del prosciutto crudo la cui accurata preparazione è resa possibile grazie al clima fresco e ventilato della zona. Nel centro si potranno ammirare una serie di raffinati palazzi storici ed eleganti giardini sui quali si affacciano alcune tra le ville settecentesche scelte dai Patriarchi di Aquileia come dimore residenziali, il bianco duomo di ispirazione palladiana e la Chiesa di Sant’Antonio Abate, celebre per i suoi meravigliosi affreschi, per la presenza dei quali è stata chiamata la “La Sistina del Friuli”. Visita con pranzo/degustazione presso un’azienda locale produttrice del famoso “Crudo di S. Daniele”. Nel pomeriggio, visita di Gemona, tipico paese delle montagne friulane; visita guidata del centro storico e del Duomo dedicato a S. Maria Assunta, esempio della maestosa architettura romanico – gotica. Proseguimento per Venzone, cittadella fortificata, situata alla confluenza di due importanti valli: quella del Tagliamento e Canale; qui si potrà ammirare il paese, nel corso di una passeggiata nel centro storico, dove è prevista una visita guidata del Duomo risalente al 1338. Non si può dimenticare che Vanzone fu quasi completamente rasa al suolo dal sisma che nel 1976 sconvolse il Friuli. Al termine delle visite, rientro in Hotel, a Udine. Cena e pernottamento.

Lunedì 1 Giugno: Udine/Cividale del Friuli

Dopo la prima colazione in hotel, si raggiungerà Cividale, dove è prevista una visita, con guida della città; qui si visiteranno Piazza Duomo, con il quattrocentesco Palazzo Comunale, il Palazzo De Nordis (esterni) e la Cattedrale dedicata a S. Maria Assunta. Non potrà mancare la visita al Museo del Duomo, che custodisce la più importante raccolta di scultura longobarda in Italia, il cui capolavoro è il Battistero di Callisto, dalla forma di edicola ottagonale e decorato da colonnine e capitelli. Si proseguirà alla volta del celeberrimo “Tempietto Longobardo”, in assoluto la più importante e meglio conservata testimonianza architettonica dell’epoca longobarda, risalente al VIII secolo d.C. Pranzo libero. Nel pomeriggio, visita guidata del centro storico di Udine con guida. Si visiteranno Piazza della Libertà (considerata la più bella piazza veneziana di terraferma grazie alla Loggia del Lionello, al Porticato di San Giovanni e alla Torre dell’Orologio), il trecentesco Duomo, famoso per la splendida Cappella del Sacramento affrescata dal Tiepolo, e gli esterni del cosiddetto “Castello”, ubicato sulla sommità di una bassa collina. Al termine delle visite, rientro in Hotel, cena e pernottamento.

Martedì 2 Giugno: UDINE/Aquileia/Grado/MILANO

Dopo la prima colazione in hotel, partenza per la vicina Aquileia e visita della città. Aquileia fu fondata nel 181 a. C., sotto Cesare Augusto e divenne una delle maggiori e più ricche città di tutto l’Impero romano, tanto da essere definita la “seconda Roma”. Questa splendida città ha un’area archeologica di eccezionale importanza ed è considerata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. Pranzo in ristorante. Proseguimento per Grado e breve visita del centro storico caratterizzato da strette calli ed edifici in pietra con tipici camini, ognuno diverso dall’altro, i quali identificavano il ramo famigliare degli abitanti della “casa”. Tra le calli si apre il Campo del Patriarca con la Basilica di Sant’Eufemia, cattedrale costruita nel periodo in cui il patriarcato si trasferì a Grado. Questo è uno degli edifici sacri più importanti della città nel quale si potrà ammirare lo splendido pavimento a mosaico. Al termine, proseguimento per Milano, con varie soste lungo il percorso. L’arrivo è previsto in serata in Piazzale Lotto.

Programma dettagliato (pdf)

Prenota Ora!