Week-end nella “Roma insolita”

11 – 13 ottobre 2019

Venerdì 11 Ottobre: Milano/Roma

Ritrovo dei partecipanti alla Stazione Ferroviaria di Milano Centrale e partenza con treno AV per Roma Termini. All’arrivo, trasferimento a piedi presso il vicino UNAHOTEL DECO (4 stelle) per il deposito bagagli. Pranzo libero. Pomeriggio dedicato alla visita della Centrale Montemartini, secondo polo espositivo dei Musei Capitolini, è uno straordinario esempio di riconversione in sede museale di un edificio di archeologia industriale, il primo impianto pubblico di Roma per la produzione di energia elettrica.

La storia del museo inizia nel 1997 con il trasferimento nella centrale elettrica di una selezione di sculture e reperti archeologici dei Musei Capitolini”. Dal corredo funerario di Crepereia Tryphaeana, con la bambola in avorio a parti snodabili, al mosaico esposto per la prima volta raffigurante un labirinto all’interno di una cinta muraria datato tra il 100 e l’80 a.C. Nella Sala Caldaie il bellissimo mosaico pavimentale, scoperto a Roma in una tomba della via Portuense nel 1885 narra il rapimento di Proserpina da parte di Plutone dio degli Inferi. In mostra anche una preziosa statua in basanite dell’imperatrice Agrippina Minore.Una Sala Macchine è stata appositamente allestita per ospitare le carrozze del Treno di Pio IX che comprendeva una sala del Trono, una Cappella e una “balconata” per le Benedizioni. Il primo viaggio fu compiuto nel 1859 verso Albano e i Castelli Romani.

Si proseguirà poi per le famose Terme di Caracalla, uno dei complessi termali più grandiosi di tutto l’Impero Romano. E’ la straordinaria opera pubblica dell’Imperatore della dinastia dei Severi protagonista assoluto della Mostra in programma il giorno successivo; alcune delle opere d’arte che la impreziosivano sono oggi conservate al Museo Archeologico di Napoli nella Collezione Farnese, come l’Ercole ed il cd Toro Farnese. Al termine delle visite, rientro in Hotel. Cena in ristorante e pernottamento in hotel.

Sabato 12 Ottobre: Roma e Il Palazzo della Cancelleria

Dopo la prima colazione in Hotel, ci sposteremo nel cuore della città per un ingresso esclusivo all’interno del Palazzo della Cancelleria Apostolica, uno degli edifici più importanti del Rinascimento romano, edificato alla fine del Quattrocento per volontà del cardinale Raffaele Riario, nipote di Sisto IV Della Rovere. Al piano nobile spiccano la Sala dei Cento Giorni affrescata da Vasari con il celebre incontro fra Paolo III Farnese, Carlo V e Francesco I avvenuto a Nizza nel 1538 e l’Aula Magna che conserva le pitture con le imprese di papa Clemente XI Albani. Dopo aver visitato questo imponente palazzo che gode dell’extraterritorialità poiché è ancora oggi sede della Penitenzieria Apostolica, della Segnatura Apostolica e della Rota Romana, ci sposteremo verso il vivace Campo de’ Fiori per il pranzo libero. Nel pomeriggio, tempo a disposizione con la Vostra accompagnatrice per una passeggiata alla scoperta dello storico quartiere con la meravigliosa Piazza.

Il suo nome deriva dai tantissimi fiori che in origine la ornavano, per lo più fiori di campo ovviamente. Questa Piazza però, nel corso della storia, non è stata soltanto un luogo di piacere o di affari, ma anche un luogo di esecuzioni capitali. La statua collocata al suo centro che ormai la identifica, rappresenta infatti il filosofo Giordano Bruno, bruciato vivo dalla Chiesa per eresia proprio in quel punto il 17 febbraio del 1600. Come è facile immaginare non fu semplice collocare una statua simbolo anticlericale in un ambiente profondamente clericale. Infatti, solo nel 1888 fu possibile inaugurare il monumento, nonostante l’allora papa, Leone XIII, abbia definito la statua di Giordano Bruno un simbolo “di lotta ad oltranza contro la Religione Cattolica”. La statua, realizzata in bronzo, ha il volto rivolto in direzione della Città del Vaticano, pare proprio in segno di ammonimento alla Chiesa. Oltre alla bellezza della Piazza, si devono assolutamente visitare le storiche vie situate nelle immediate vicinanze, quelle che una volta ospitavano le botteghe tradizionali e che ancora oggi portano i nomi dei vari artigiani che vi lavoravano, come Via dei Baullari, Via dei Giubbonari e Via dei Cappellari.

Al termine, rientro libero in Hotel, cena e pernottamento.

Domenica 13 Ottobre: Roma/Milano

Prima colazione in Hotel. Mattinata dedicata alla visita dei Musei Capitolini. Si tratta di un complesso di edifici che costituiscono la principale struttura museale civica di Roma. Tra i musei più conosciuti al mondo, si estendono su una superficie espositiva di quasi 13.000 mq e conservano un patrimonio artistico e storico di immenso valore. Impossibile enumerare i capolavori esposti; tra tutti la famosa Lupa Capitolina e la statua equestre dell’Imperatore Marco Aurelio.

La nuova grande aula vetrata costruita all’interno di quello che era denominato il “Giardino Romano” del Palazzo dei Conservatori accoglie oggi la grande statua equestre di Marco Aurelio insieme ad alcuni dei grandi bronzi capitolini, l’Ercole in bronzo dorato dal Foro Boario e i resti del colosso bronzeo di Costantino. Progettata dall’architetto Carlo Aymonino, rappresenta una prestigiosa realizzazione architettonica moderna nell’ambito del complesso museale capitolino e costituisce il fulcro espositivo tra la parte storica del Palazzo dei Conservatori e i settori del Museo di più recente costituzione.

Pranzo libero nel corso delle visite. Trasferimento in pullman privato in Hotel e proseguimento a piedi per la Stazione Termini. Partenza con treno AV per Milano con arrivo alla Stazione Centrale in serata.

Programma dettagliato (pdf)

Prenota Ora!